logopdtlinearenewversion
logopdtlinearenewversion

Privacy Policy

Cookie Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Polpette di pollo e piselli

31-03-2022 16:39

Prendiamoci del Tempo

Tutto il resto, Food porn, Comfort food, Veloci veloci, cucina, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, carne, polpette, proppetti, pruppetti, polpettine, polpette di pollo e piselli, polpette fritte,

Polpette di pollo e piselli

Ce l'avete un piatto sempre pronto ad esser preparato in qualsiasi occasione!? Mia mamma ne ha a decine. Il problema è che si fissa sempre con uno di questi...

211_polpette-di-pollo-e-piselli.jpeg

Ce l'avete un piatto sempre pronto ad esser preparato in qualsiasi occasione!?

Mia mamma ne ha a decine.

Il problema è che si fissa sempre con uno di questi e te lo propina ciclicamente fin quando non riesce ad esaurire le risorse del pianeta terra utilizzate per quella ricetta.

Ricordiamo con terribile nostalgia, io, mia sorella e papà, il periodo delle 'tagliatelle con il ragù bianco'. Domenica dopo domenica, mese dopo mese. Poi, finiti gli allevamenti di manzo, i pollai per le uova e i grani per le farine, sono sparite.

In seguito, fu il tempo delle crepes con i funghi, domenica dopo domenica, mese dopo mese.

Poi, depauperati i sottoboschi, finite anch'esse.

E potrei continuare a lungo. 

Ci fu, ovviamente, anche il periodo di queste polpette di pollo: te le ritrovavi così, con non-chalance servite a cena accompagnate dall'ineluttabile e sempiterno 'Le ho rifatte perché so che vi piacciono!'

Mamma ha sempre avuto i suoi periodi in cucina. Questo, però, non è da intendersi come una mera mancanza di alternative ma, piuttosto, come un suo vezzo artistico tipo i periodi di Picasso (lo scrivo altrimenti io, ad Arena, non ci posso più andare!)

'Oh Ma...ho fatto le polpette di pollo e piselli per postare la ricetta sul blog'

'Braaavu...vedi che a furia di farvele, alla fine la ricetta ti restau 'mpressa!?!'

'Si...però non ho usato l'Emmenthal: nci misi Cheddar...e anche la curcuma...'

(...silenzio tombale all'altro capo del telefono...)

'Mah... potivi mentiri l'Emmenthal ca no fa mali, e basta!!! Chi su tutti sti porcherie chi usi...?! A mu mangi cchjiù leggeru!'

Perché il problema è la tipologia di formaggio o un spezia, mica la frittura: quella, si sa che non può far male!!!

E niente.

Una mamma, è per sempre!


Il Piatto

Difficoltà: bassa

Preparazione: 30 minuti

Cottura: in padella, sul fuoco

Dosi: per 4 persone

Costo: medio


Ingredienti

  • 400gr di petto di pollo macinato
  • 1 uovo
  • Una fetta di pane casereccio (circa 60-70gr di mollica)
  • 1/2 bicchiere di latte
  • 100 gr di piselli
  • 100gr di Cheddar
  • Parmigiano Reggiano q.b.
  • Un cucchiaio di curcuma
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio di semi di arachidi q.b.

Realizzazione

Realizzazione semplicissima davvero.

Lessate i piselli in abbondante acqua salata. Una volta cotti, scolateli e metteteli da parte.

Procedete, quindi, al classico impasto da polpetta: ciotola capiente e dentro con la carne di pollo, l'uovo, il pane ammollato precedentemente nel latte, il cheddar grattuggiato, una manciata generosa di parmigiano, la curcuma e il sale e una macinata di pepe nero

Impastate sino a rendere tutto omogeneo.

Aggiungete i piselli solo alla fine e fateli incorporare un modo uniforme all'impasto aitandovi con un cucciaio: movimenti lenti e delicati affinché i piselli non si spappolino e rimangano interi.

Fate riposare l'impasto per circa un'ora.

Mettete abbondante olio di semi di arachidi in una padella dai bordi alti e portate a temperatura. Formate le polpette ungendo con olio le mani per aiutarvi a non farle attacare e friggetele.

Man mano che saranno cotte, trasferitele su della carta assorbente.

 

Servitele belle calde, magari pucciandole nella mia confettura di peperoncini,  e... buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder