logopdtlinearenewversion
logopdtlinearenewversion

Cookie Policy

Privacy Policy

Tutti i diritti relativi a testi e fotografie presenti su questo sito appartengono a www.prendiamocideltempo.it, nella persona di Vincenzo Schinella. E’ proibita la riproduzione, anche parziale, in ogni forma o mezzo, nonché la pubblicazione o la redistribuzione di testi, contenuti e fotografie senza esplicito permesso dell’autore. Copyright Prendiamoci del Tempo© 2018- 2020. Created by Vincenzo Schinella. All Rights Reserved.​

Focaccia con impasto a mano

22-10-2021 00:00

Prendiamoci del Tempo

Lievitati, Pane & Pizza, prendiamoci del tempo, prendiamocideltempo, lievitati, lievito madre, lievito, lievito di birra, lievito naturale, focaccia, impasto per focaccia, focaccia alveolata, focaccia soffice, focaccia semplice, fugassa, lunga lievitazione,

Focaccia con impasto a mano

Se qualcuno di voi devesse, o volesse, chiedermi cosa mi diverte di più in cucina, la risposta sarebbe senza dubbio "Sperimentare!" In realtà, la...

208focacciaimpastoamano-1634136502.jpg

Se qualcuno di voi dovesse, o volesse, chiedermi cosa mi diverte di più in cucina, la risposta sarebbe senza dubbio "Sperimentare!"

In realtà, la sperimentazione è figlia diretta della curiosità, cifra con la quale credo valga la pena approcciare ogni situazione quotidiana: senza curiosità, non v'è alcuna possibilità di imparare cose nuove, ma neanche possibilità di sbagliare o rendersi conto quale strada sia percorribile in modo più proficuo. 

Insomma: un sacco di risultati belli, sono merito della curiosità.

Anche questa focaccia.

A parte chiedermi cosa mi diverte in cucina, facendovi peraltro una enorme padellata di affari miei!!!, mi chiedete spesso come fare un lievitato buono senza star lì a doverlo impastare con strumenti professionali o, peggio, senza doverci 'stare appresso mille mila ore'!!!

Ora, fatevi dire una cosa:

siete scarsi sia in pazienza che, soprattutto, in matematica e pragmatismo.

Quando si parla di 48ore di gestione di un impasto, ad esempio, le suddette quarantotto ore sono così ripartite: un ora di impegno fisico  distribuito in due giorni e, udite udite, ben QUARANTASETTE ORE LIBERE IN CUI NON FARE ASSOLUTAMENTE NULLA !!!

Oooh.

E ve l'ho detto!

Ponendo che voi impastiate anche solo con planetaria, avete circa 5 minuti per dosare gli ingredienti, 20-30 minuti di impastamento, poi 40 secondi ogni 20 minuti, per tre giri di pieghe (2 minuti di impegno in tutto!), poi frigo per ore e ore in cui fare i vostri comodi fattarelli, e poi alti 3 minuti per la chiusura, 3 per stendere e 15 minuti per condire e cuocere.

E così v'ho smontato la lamentela del tempo che non avete mai!

L'altra, è relativa all'impastatrice che molti di voi non hanno.

Benissimo: vi ho realizzato un impasto 'fatto a mano', senza impastatrici, braccia tuffanti, spirali o altre diavolerie.

E state a posto anche per le attrezzature mancanti.

Ora tocca a voi!

Siate curiosi, non lamentosi!


Il Piatto

Difficoltà: bassa

Preparazione: 24h (impasto e lievitazione) 20minuti (per la cottura)

Cottura: In forno

Dosi: 4 persone (per una teglia 30x40)

Costo: molto basso


Ingredienti

  • 280gr di Farina Tipo 1
  • 70gr di Farina Tipo 2
  • 240ml di acqua
  • 2gr di lievito di birra (o 50gr di lievito madre)
  • 30ml di olio E.V.O. (per l'impasto)
  • Olio E.V.O. qb (per la teglia e la superficie)
  • Sale q.b

Realizzazione

Che si impasta a mano ve l'ho detto. Non v'ho detto che per fare questa focaccia ho anche usato farine da banco del supermercato, quindi niente farine molite con chissà quale tecnica o dotate di caratteristiche stratosferiche!

Adesso, vi dico però come procedere.

Autolisi

Partiamo il pomeriggio prima.

Versate in una ciotola capiente 200ml dell'acqua prevista in totale. Versate a pioggia le farine che avrete prima mescolato assieme e iniziate a girare con un cucchiaio di legno o con le mani.

Una volta inserita tutta la farina, fate in modo che si idrati in modo uniforme. Coprite, quindi, con della pellicola trasparente (o con tappo ermetico se la ciotola ne è provvista) e lasciate riposare 3 ore.

5 minuti di impegno o ora un sacco di tempo libero per voi! 

Impasto

Trascorse le 3 ore, scoprite la ciotola e create una fossetta al centro dell'impasto. Versateci dentro qualche cucchiaio dell'acqua rimasta (in tutto sono 40ml da aggiungere ancora) e scioglieteci dentro il lievito.

 

Iniziate ad impastare come meglio volete. Sulla spianatoia, dentro la ciotola, con un cucchiaio, con un bastone, con i denti.... come volete! 

Dovrete solo far incorporare l'acqua rimanente e creare un impasto abbastanza liscio ed omogeneo.

Lasciate giusto un cucchiaio di acqua per la fine in cui farete sciogliere il sale. Finita l'acqua, fate incorporare anche l'olio evo.

10-15 minuti al massimo di impastamento. 

Dopodichè mettete l'impasto in ciotola e copritelo sempre in modo ermetico. Lasciate a temperaturra ambiente per circa 45 minuti.

Le pieghe

Trascorsi i 45 minuti in cui siete stati ancora liberi dall'impasto!!!, passerete ad impegnarvi per 30 seocndi ogni 30 minuti, per poter fare le pieghe di rinforzo all'mpasto!

 

Lasciando sempre l'impasto in ciotola, prendetene un lembo e stiratelo per bene verso l'alto per poi ripiegarlo al centro della ciotola. Procedete ruotanddo man mano la ciotola e poi ricoprite l'impasto per farlo riposare altri 30 minuti.

Ripete tre volte l'operazione.

Chiusura e maturazione in frigo

Finiti i tre giri di pieghe, dopo esservi goduti a pieno quest'altra ora e mezza di tempo libero a vostra disposizione!!!, spostate l'impasto su un piano di lavoro e 'chiudiamolo' per prepararlo alla fase di lievitazione e maturazione: dovermo formare una palla che adageremo nella ciotola per poi chiuderla errmeticamente e riporla in frigorifero sino al giorno successivo.

Se non avete dimestichezza con pieghe e chiusura, rimanete tranquilli: vi basterà guardare questo mio tutorial su YouTube in cui vi mostro passo passo come fare una piega o una chiusura!

Formatura e cottura

Tirate l'impasto fuori dal frigo, fatelo acclimatare e attendete che raddoppi il suo volume.

Una piccola precisazione.

Se le temperature ambiente sono alte (parliamo di 28-30°C), potrete tirare fuori dal frigo l'impasto 4-5 ore prima di infornarlo; con temperature più basse (18-21°C) tiratelo fuori anche 8-10 ore prima di infornarlo.

 

Al raddoppio dell'impasto, rovesciatelo su un piano di lavoro e 'piraltelo' facendolo ruotare su se stesso sino a formare una palla.

 

Ungete, quindi, generosamente la teglia e mettetevi sopra l'impasto: coprite con un canovaccio da cucina e aspettate che riprenda la lievitazione. A questo punto lìimpasto si sarà 'rilassato' e potrete stenderlo a più riprese per rivestire tutta la superficie della teglia.

Copritelo con un panno e aspettate che lieviti.

A questo punto, irroratelo con olio evo e, con i soli polpastrelli, affontate le dita sulla focaccia per creare i classici buchi.

121focacciab-1588328931.jpg

Infornate in forno preriscaldato a 220°C per circa 15 minuti (questo tempo dipenderà molto dal forno!!!): una volta cotta...a voi la scelta!!!

Potrete farcirla a piacimento oppure, se vorrete, potrete consumarla per accompagnare formaggi o affettati.

E' ottima anche a colazione con delle marmellate!!!!

 

Cosa aggiungere se non...buon appetito!!!

Ti è piaciuta la ricetta? Cosa aspetti: commenta!!!

Come creare un sito web con Flazio